• Logo Enea
  • Logo Request
  • Logo-EC-IEE
  • Logo ItaliaInClasseA
cittadini

per le Imprese e gli Operatori

Guide, buone pratiche e incentivi per migliorare l'efficienza e il comfort della nostre abitazioni

NZEB - Edifici a Energia quasi ZERO - Osservatorio


NZEB, una scadenza imminente

Prima del 2021, tutti gli edifici nuovi o soggetti a una ristrutturazione importante di primo livello dovranno essere a fabbisogno di energia quasi zero (NZEB). Negli stessi casi gli edifici pubblici daranno l'esempio, rispondendo ai requisiti NZEB prima del 2019.

Alcune regioni sono state anche piu' ambiziose. Per i nuovi edifici, la data è stata anticipata al 2016 in Lombardia e, in Emilia Romagna, al 2017 per gli edifici pubblici e al 2019 per gli altri. 


Osservatorio Nazionale NZEB 

Al fine di monitorare la realizzazione degli edifici ad alta prestazione e di guidare progettisti e decisori con esempi di tecnologie e buone pratiche, ENEA intende avviare un osservatorio degli edifici a energia quasi zero (NZEB) in Italia secondo la EPBD e la legislazione italiana vigente

Il progetto prevede le seguenti attività:

  • Definizione di Indicatori rappresentativi

  • Raccolta dati relativi ad edifici NZEB (prestazioni globali e dei singoli componenti e sistemi) in una apposita banca dati

  • Elaborazione di schede-tipo che saranno disponibili su questo sito 

  • Mappatura dei NZEB

 

Contiamo sulla collaborazione di diversi soggetti: agenzie e autorità locali, organismi di ricerca e università, professionisti, proprietari.

 

Aiutaci a realizzare l’osservatorio!  Per segnalare un edificio costruito e certificato come NZEB, contattaci scrivendo "Osservatorio NZEB" come oggetto del messaggio.


Requisiti di un NZEB 

L'Italia definisce un NZEB come un edificio ad altissima prestazione energetica […] in cui il fabbisogno energetico (molto basso o quasi nullo) è coperto in misura significativa da energia da fonti rinnovabili, prodotta in loco.

Un edificio a energia quasi zero (NZEB), sia di nuova costruzione che esistente, deve rispondere ai seguenti requisiti tecnici:

a) tutti i seguenti indici, calcolati secondo i valori dei requisiti minimi vigenti al 2021 (e al 2019 per gli edifici pubblici),  risultano inferiori ai valori dei corrispondenti indici calcolati per l’edificio di riferimento:

  • il coefficiente medio globale di scambio termico per trasmissione per unità di superficie disperdente
  • l’area solare equivalente estiva per unità di superficie utile
  • l’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale
  • l’indice di prestazione termica utile per la climatizzazione estiva, compreso l’eventuale controllo dell’umidità
  • l’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria (EPgl), sia totale che non rinnovabile
  • i rendimenti dell’impianto di climatizzazione invernale, di climatizzazione estiva e di produzione dell’acqua calda sanitaria

b) sono rispettati gli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili nel rispetto dei principi minimi di cui all’Allegato 3, paragrafo 1, lettera c), del D.Lgls 3 marzo 2011, n. 28.


Tecnologie

Non ci sono ricette predefinite per la realizzazione di un NZEB. Piuttosto combinazioni di tecnologie adeguate e dettate da fattori economici, climatici, tipologici e comportamentali.

Tra queste: Isolamento, Inerzia termica, Vetri selettivi, Daylighting, Controllo solare, Automazione e controllo, Impianti efficienti (HVAC) compresi teleriscaldamento e teleraffrescamento, Illuminazione, Fotovoltaico, Solare termico, Microeolico, Biomasse, ...

 

Principali provvedimenti legislativi recenti e norme tecniche:





Portale 4E
Portale 4E